Consulenze e terapie online

Se vivi distante da Padova o all’estero, oppure se ti trovi in condizioni di impossibilità a spostarti, le consulenze online sono l’alternativa migliore (se sei maggiorenne).

Come funzionano

  1. Mi contatti via mail o telefonicamente per chiedermi un appuntamento.
  2. Ti invierò un modulo via mail che dovrai firmare e rimandare a me prima del colloquio (serve ad esprimere il tuo consenso al trattamento clinico e al trattamento dei tuoi dati per l’emissione della fattura); concorderemo un appuntamento e ti darò tutte le indicazioni per il pagamento della consulenza.
  3. Effettuerai il pagamento anticipato del nostro colloquio, attraverso bonifico (ti invierò la relativa fattura che potrai usare per detrarre la spesa al 19% come qualunque spesa sanitaria).
  4. Ci incontreremo sulla piattaforma Skype o Whatsapp il giorno concordato ed in questa occasione definiremo se e come procedere, alla luce della tua richiesta e della situazione che stai vivendo.

Questo è quello che vedrai dall’altra parte del tuo schermo: me, la mia poltrona, una piantina e i fazzoletti.

Anche se non posso offrirli alla persona quando piange come faccio in studio, mi piace tenerli lì, come il simbolo della mia accoglienza anche a distanza.

Durata e costi del colloquio

Il colloquio ha una durata di 60 minuti e la tariffa è uguale a quella dei colloqui in studio, ovvero 60 euro.

Il servizio di Consulenza Psicologica Online è conforme a quanto prescritto dalle linee guida per le prestazioni psicologiche via internet e a distanza dettate dal Consiglio Nazionale degli Psicologi e sono garantite le stesse condizioni di tutela della privacy previste dal Codice Deontologico dell’Ordine degli Psicologi Italiani.

View this post on Instagram

Parliamo di consulenze a distanza: come funzionano, che differenze ci sono con quelle in studio, cosa si fa? Mi baserò sulle vostre domande dell'altro giorno e sulla mia esperienza ormai abbastanza ferrata. Nell'ultimo anno e mezzo ho lavorato tantissimo online e, nonostante i miei pregiudizi, è una cosa che mi ha dato tanto! Ebbene sì, ero scettica. Ma andiamo al dunque. 📍Chi richiede percorsi online con me? ✅Persone che vivono all'estero. ✅Persone che mi scelgono per la mia specializzazione o specifiche competenze (relazioni tossiche, dipendenza affettiva, infertilità, pcos, ecc.). ✅Persone che mi seguono sui social e che ripongono fiducia in me per la sintonia che sentono con me, per il mio atteggiamento o per come parlo dei miei temi. 📍Che si fa in un colloquio online? ✅Prima rompiamo il ghiaccio con domande tranquille del tipo dove vivi, che fai nella vita, ecc. ✅Quando sento che la persona è abbastanza tranquilla, le faccio le domande che farei in studio e lei mi parla del problema per cui mi ha chiamato. ✅Fra una terapia e l'altra do spesso alcuni homeworks, così la persona lavora fra le sedute. ✅A volte, concordandolo col paziente, coinvolgo altre persone significative in seduta come partner, familiari, amici, esattamente come faccio in studio. 📍Che differenze ci sono con un percorso in presenza? ✅Il luogo fisico: più spesso i pazienti mi chiamano dalle loro case, ma a volte capita anche che sia la macchina, il cortile, il lungomare (quando non hanno sufficientemente privacy in casa). ✅Gli homeworks: con i percorsi online do spesso dei compiti per casa alla persona (che in genere in studio faccio fare durante il colloquio), così l'intensità dei temi trattati nel colloquio non si perde. ✅Uso di tecniche corporee: tendenzialmente non uso tecniche bioenergetiche o emdr nemmeno in studio, ma sicuramente diventano più complicate da usare via videochiamata.

A post shared by dr Marta Grasso (@psicologa.grasso.padova) on